Alessandro Buzzi

PROGRAMMAZIONE E RIPROGRAMMAZIONE MENTALE

in cinque incontri al martedì (ore14/16): 4, 11, 18, 25 giugno e 2 luglio
4 Giugno 2024
(14:00)
Costo: Gratuito per i soci, 610 euro (Iva compresa) per i non soci
Federico Landais

IL CORSO

Il corso parte dall’assunto che durante la nostra vita tutti siamo stati programmati. In primis dai nostri genitori, a seguire dai parenti più stretti, successivamente dalla scuola con i nostri insegnanti e così via.

Tale programmazione spesso si rivela inadeguata e disfunzionale, ma soprattutto assume un carattere totalmente o parzialmente inconscio per cui diventa dominante e detta le nostre scelte di vita in maniera del tutto inconsapevole. Il corso aiuta a riconoscere tale stato di cose al fine di prenderne coscienza e potersi “riprogrammare”, stavolta coscientemente e naturalmente in senso positivo, in modo da essere supportati nella vita e nelle scelte anziché contrastati.

Il corso è rivolto ad una ampia platea senza particolari distinzioni di sesso, provenienza, formazione o esperienze lavorative.

Condividi questo corso

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

I DOCENTI

Alessandro Buzzi

Alessandro Buzzi, ha ricoperto per anni il ruolo di direttore Marketing nelle più importanti aziende del territorio. Docente di marketing e comunicazione all’Università degli Studi dell’Insubria, è uno stimato professionista con spiccate competenze in tutte le sfumature del processo di vendita.

Creativo per passione coltiva molti hobby, fra i quali la lettura, l’arte, i viaggi ma soprattutto il suo lavoro. Ottimo conoscitore del mondo digitale e ambito professionista nel marketing aziendale, ha contribuito alla creazione di svariate campagne pubblicitarie che tutt’ora sono da esempio a chiunque si affacci al marketing.

La sua passione principale però sono i corsi di formazione, che cura con massima attenzione e dovizia di particolari rendendo i momenti in aula delle vere e proprie riunioni ricreative.

www.komunicando.com

Instagram

Facebook

Federico Landais

Federico Landais si occupa da oltre vent’anni di formazione, con particolare specializzazione nei campi dell’Ipnosi Ericksoniana, della Programmazione Neurolinguistica, ha lavorato per Dialogika Srl del dottor Charlie Fantechi, uno dei maggiori ipnotisti italiani.

Precedentemente rappresentante di commercio, parla diverse lingue tra le quali inglese, francese e tedesco, unisce una grande esperienza commerciale maturata in trent’anni di attività con una esperienza altrettanto valida e continuativa nel campo della formazione e ipnotico (Ipnosi Ericksoniana).

Argomenti trattati

Modulo uno

  • Teoria generale di come è avvenuta la “programmazione”.
  • Chi si è assunto il ruolo consapevole o inconsapevole di programmatore. Gli effetti deleteri di tale programmazione.
  • La “programmazione” è subdola in quanto si è nascosta al nostro interno, come un virus informatico.
  • Frasi limitanti e frasi di aiuto allo sviluppo.
  • Il ruolo dello shock e dell’interruzione di schema durante la “programmazione”. Idee malsane e programmazione generazionale.
  • In quali campi possono avere effetto queste “convinzioni limitanti”? Una minaccia alla sopravvivenza.

Modulo due

  • Quando abbiamo fatto nostra una frase o una convinzione limitante. Questa frase è diventata “stealth”, nascosta, siamo convinti sia “nostra”.
  • Poiché riteniamo la convinzione sia nostra ed in passato ci è stata di aiuto, la ripetiamo in continuazione rafforzandola, sino a diventarne totalmente inconsapevoli.
  • I danni che tali frasi e convinzioni possono provocare. La presa d’atto di tali frasi e di tale stato di cose.
  • “I quattro accordi” di Don Miguel Ruiz.
  • Se riconosciamo di essere stati programmati e i danni che tale programmazione comporta, allora possiamo anche decidere di riprogrammarci in modo migliore. Come andare a caccia delle vostre convinzioni limitanti.
  • Dividere la vita in grandi capitoli.

Modulo tre

  • Prima fase, riconoscere e individuare in dettaglio le frasi limitanti.
  • Seconda fase, rivivere assieme ad una guida l’episodio primigenio durante il quale la frase o la convinzione limitante si sono formate.
  • Prendere atto di come tali frasi si sono formate e prendere atto del fatto che non sono nostre, si sono, cioè, formate in seguito alle parole di qualcuno o determinate da una particolare situazione.
  • Riconoscere i danni che questa frase o convinzione limitante ci ha portato. Terza fase, riprogrammarsi in senso positivo e d’aiuto.

Modulo quattro

  • Applicazione pratica individuale di programmazione e riprogrammazione nei campi della salute e del danaro.

Modulo cinque

  • Applicazione pratica individuale di programmazione e riprogrammazione nei campi delle capacità personali, dell’autostima, della Fortuna.
  • Come proseguire il lavoro di riprogrammazione personale nel tempo. Letture consigliate.

Competenze acquisite:

I vari partecipanti impareranno a riconoscere di essere stati programmati, capiranno come e in quali circostanze tale programmazione sia potuta avvenire. Capiranno come e perché tale programmazione sia diventata inconscia e quindi detti azioni e comportamenti disfunzionali in maniera subdola poiché la persona non se ne rende conto.

Tale programmazione subita nel corso degli anni verrà cancellata e si provvederà singolarmente a “riprogrammarsi” volontariamente e in senso positivo che aiuti a supportare la persona durante il suo percorso di vita.

In sostanza, si tratta di trasformare frasi subdole poiché nascoste che ci giocano contro in continuazione in frasi che ci aiutino e ci supportino durante la vita e le scelte che ogni giorno siamo portati a compiere.