Molestie sul lavoro: la prevenzione del Terziario Donna fa tappa a Busto Arsizio

Seicento studenti delle scuole cittadine al Sociale per la terza tappa dell’iniziativa, inserita nel programma del BAFF

👉RASSEGNA STAMPA: Rete55 (1), Rete55 (2), Prealpina (quotidiano), VareseNews, Malpensa24, L’InformazioneOnline, VareseNoi

Al Teatro Sociale è andato in scena il terzo appuntamento della tavola rotonda dal titolo “Parole e gesti che non vorrei: qual è in confine? In sala 600 ragazzi delle scuole superiori di Busto Arsizio (l’Artistico Candiani, lo Scientifico Tosi, l’Ite Tosi, l’Ipc Verri, l’Acof Olga Fiorini, l’Isis Facchinetti). In prima fila la presidente nazionale del Terziario Donna di Confcommercio Anna Lapini (nella foto in prima piano), insieme al presidente di Uniascom Provincia di Varese Rudy Collini e al segretario generale Francesco Dallo.

Il gruppo provinciale presieduto da Cristina Riganti prosegue nel suo progetto di prevenzione di un fenomeno diffuso ma sommerso, quello delle molestie sui luoghi di lavoro. Prossimi appuntamenti e Varese e Saronno. Un percorso che a Busto è stato inserito nel programma del BAFF: l’Istituto cinematografico Michelangelo Antonioni, legato a doppio filo con il Festival, recita infatti un ruolo di primissimo piano in questo “tour” unico nel suo genere.

La squadra

La mission di spiegare ai ragazzi quale è il confine tra il gioco, la battuta e la molestia, è stata affidata alla squadra ormai collaudata composta dalla scrittrice Laura Campiglio che ha condotto il dibattito al quale hanno preso parte il magistrato Nicoletta Guerrero, il legale Alessandro Munari (anche nelle veste di presidente dell’Istituto cinematografico Antonioni di Busto Arsizio), la psicanalista Giulia Piana e da Carla Mammone (Centro di formazione Aifos) che ha letto due toccanti lettere di altrettante donne vittime di molestie sul lavoro. Con loro anche Viola Folador, ex studentessa dell’Istituto Antonioni e regista del cortometraggio sulle molestie nei luoghi di lavoro “prodotto” dal Terziario Donna, dal quale ad ogni appuntamento parte la tavola rotonda. Sul palco  anche due degli attori: Noemi Bertoldi e Riccardo Magherini.

Le parole di Lapini e Riganti

«Crediamo che il lavoro sia l’unica forma di riscatto e libertĂ  rispetto ai fenomeni della violenza di genere. I giovani hanno meno difficoltĂ  nel mettersi nei panni degli altri, ma dobbiamo continuare»: queste le parole della presidente nazionale Anna Lapini.

La presidente provinciale e vicepresidente nazionale con delega alla Sostenibilità, Cristina Riganti, (foto a destra insieme a al magistrato Nicoletta Guerrero) ha invece snocciolato gli ultimi dati Istat disponibili: «Nel triennio 2016/2019, un milione e 404 mila donne hanno subito violenze sul luogo di lavoro, ovvero l’8,9% delle lavoratrici e delle ex lavoratrici. Numeri che lasciano senza parole e che dimostrano l’importanza numerica di un fenomeno che esiste, eccome se esiste, ma che evidentemente non viene denunciato. Iniziative come quella di oggi e il lavoro di prevenzione con i ragazzi servono proprio a questo: costruire una cultura grazie alla quale la denuncia di una fatto così grave non resti un caso isolato»

Il grazie dell’amministrazione

A nome dell’amministrazione comunale è intervenuta l’assessore alle Pari opportunità, Daniela Cerana, che ha voluto ringraziare «il Terziario donna, l’Ascom locale e tutte le realtà che hanno contributo alla realizzazione di questo evento». Tra queste Tigros che sostiene l’iniziativa condividendone appieno le finalità, come ha evidenziato la presidente Riganti al termine della tavola rotonda.

 

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ti offriamo supporto tecnico e finanziario per tradurre la tua idea di business in un’iniziativa di successo. Vai al sito…

🔸Fino a 800 euro all’anno di sostegni e contributi, consulta la guida 2023 e scopri come ottenerli, i termini e le modalitĂ  di presentazione delle domande.  Scarica la guida…

Nelle nostre strutture convenzionate visite specialistiche rimborsate del 50%. Approfondisci…

Esistono cibi, detti comfort food, che consentono di trovare una sorta di conforto emotivo, piuttosto che saziare una vera e propria fame. In Italia i piĂą amati sono il cioccolato e la pizza. Cibi extra energetici sì, ma attenzione alla dipendenza… Leggi l’articolo

Convenzioni

Viaggia in treno con Italo: per te con sconti del 40%

Per gli Associati Confcommercio sconto esclusivo e riservato del 40% su tutte le tratte, per singoli acquisti delle offerte Flex, per l’ambiente Prima, Club e Salotti Scopri l’offerta.