Rudy Collini: anche i lockdown hanno influito sull’aumento dei frontalieri

L'analisi: dopo le chiusure forzate nei mesi di luglio e agosto molti lavoratori del settore turistico a causa dell'incertezza avevano già trovato un nuovo lavoro

Il presidente di Uniascom Confcommercio provincia di Varese commenta il boom di frontalieri italiani occupati nella vicina Svizzera. Un fenomeno in grande crescita negli ultimi due anni, partito con i primi lockdown e che non accenna a rallentare.

Quello del terziario è il settore maggiormente interessato dalla “fuga” di lavoratori. Il comparto turistico della nostra provincia ne sta risentendo: le difficoltà di hotel, bar e ristoranti a trovare personale stagionale per il periodo estivo è oggettivo e preoccupante.

QUI l’intervista di VareseNews al presidente Collini. La firma è di Michele Mancino.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La nuova misura agevolativa di Regione Lombardia denominata CONFIDIamo nella Ripresa. Scopri di più…

Le prestazioni assistenziali per lavoratori e aziende sono state aggiornate e migliorate. Scarica le guide…

Il contributo annuo delle spese sostenute è in misura percentuale del 50% con un massimo di € 200 annui. Scopri di più…

Grazie alla convenzione nazionale, offriamo a tutti i soci, i propri familiari e i dipendenti del Sistema 50&Più un corrispettivo agevolato per la fornitura luce 100% green e gas 100% compensato. Continua…

Convenzioni

Diesel e benzina: le tre speciali convenzioni di Confcommercio

Eni, IP, Q8: abbiamo stipulato tre speciali convenzioni con i maggiori distributori di carburanti. In un periodo come quello attuale, caratterizzato dai vertiginosi aumenti di diesel e benzina, gli sconti… Scopri l’offerta.